Feb
06

 

 

 

 

 

 

 

Casi studio –  Indubbiamente nel settore della scrittura, in generale, ci sono innumerevoli esempi da citare fatti di autori, poeti e quant’altro che hanno ottenuto risultati straordinari, tutt’oggi riconosciuti a livello umanistico, nostro pregiato patrimonio culturale.

Volendo sceglierne uno, mi sono orientata su Luigi Pirandello; leggo su Wikipedia (link: https://it.wikipedia.org/wiki/Luigi_Pirandello): è stato un drammaturgo, scrittore e poeta italiano, insignito del Premio Nobel per la letteratura nel 1934. Per la sua produzione, le tematiche affrontate e l’innovazione del racconto teatrale è considerato tra i maggiori drammaturghi del XX secolo. Tra i suoi lavori spiccano diverse novelle e racconti brevi (in dialetto e in lingua) e circa quaranta drammi, l’ultimo dei quali incompleto.

Proprio a lui, o meglio al suo stile di scrittura, è dedicata una delle mie pubblicazioni che si intitola “Libera per amore”.  In effetti si tratta di una novella che si ispira allo stile pirandelliano introducendo le tipiche invenzioni paradossali che rivelano dietro un’acre tristezza sostenuta da un narrare attento, minuzioso, legato a particolari concreti di vita vissuta. Questa novella, pubblicata solo nel mese di maggio del 2010, fu scritta alcuni anni prima per partecipare ad un concorso letterario ai tempi del liceo.

Lo scorso anno, per festeggiare i 6 anni dalla pubblicazione ufficiale, ho organizzato un fantastico GiveAway grazie alla pagina Facebook Anna’s creative style mettendo in palio una copia di questo particolare romanzo breve disponibile qui:

http://segnigrafici.blog.tiscali.it/pubblicazioni/libera-per-amore/